Fertilità

Sapete cosa accomuna le donne che non riescono ad avere figli?

Gli occhi. Ne ho visti parecchi di quegli occhi, sono occhi gonfi. Gonfi di dubbi, di attesa, di rabbia, gonfi di speranze. Quegli occhi stanchi e persi ti trafiggono in una richiesta di aiuto cui non sempre siamo riusciti a soddisfare. Si, siamo perché in genere siamo una squadra e si lavora insieme. Però una cosa io l’ho fatta e la continuo a fare, ed è spiegare e condividere e provare ad alleviare quel tormento.

Le domande dilaniano, le attese pure. L’attesa di quel ciclo che non deve arrivare e puntualmente arriva. Arriva,e la speranza ricomincia e poi ricomincia l’attesa e l’interpretazione di quei segnali. Circa 7/10 giorni in ascolto. Ho più fame. Ho mal di schiena, ho sentito una fitta al basso ventre. L’odore del caffè oggi mi dà fastidio. Mi fa male il seno, molto male. Ho voglia di dolci.

L’arrivo del ciclo, quell’infame, ha gli stessi sintomi di un’iniziale gravidanza. Ma questo lo sapete già, perché in quei 7/10 giorni avete letto e riletto gli stessi forum decine di volte. E vi siete ricordate che la cugina di quella vostra amica ha avuto gli stessi sintomi prima della sua gravidanza. Anche a lei dava fastidio l’odore del caffè.

E poi ci sono quei mesi in cui il vostro strapuntuale ciclo è in ritardo di uno, due, tre giorni. Non si dorme più. E allora ti dici di rilassarti che tanto se viene viene, e non ci pensi più. E poi arriva. Con tutto il dolore che puoi provare. Ma la percezione del dolore non è reale. Non è l’utero che si contrae che fa male, non è il mal di schiena che paralizza. È un dolore che non è reale e non si può spiegare.

Torniamo razionali. Le soluzioni ci sono, si trovano. Si ricorre allo specialista, magari non subito. Ma da lì a tutta una sfilza di esami è un passo. E poi cominciano le sentenze: signora lei ha le tube chiuse. Ha una scarsa riserva ovarica, in parole semplici produce poche uova. Gli spermatozoi di suo marito sono pochi e si muovono male.

Poi iniziano le parole difficili: endometriosi, policistosi ovarica, oligoastenozoospermia.

E poi la più bella, quella che le batte tutte: infertilità inspiegata (nota anche come idiopatica).

E lì crolli. Perché ascoltare con triste rassegnazione di chi sia la percentuale maggiore di infertilità tra te e il tuo partner ci stai, ma l’inspiegata è un colpo basso. Tre anni di tentativi infruttuosi. A volte sei. Qualche altra volta dieci. E come fai a giustificare dieci anni di infertilità con la parola INSPIEGATA. Cioè nessuno ti può spiegare perché questo figlio non arriva.

Oggi la scienza ci mette a disposizione tecniche avanzatissime per superare il problema. Tuttavia, a volte ciò non basta. Spesso ci si scontra ad avere insuccessi anche con tali tecniche. O semplicemente c’è chi a queste tecniche non vuole neanche pensare. È legittimo.

Le motivazioni possono essere varie, ma i pazienti vogliono risposte.

Io, come tutti coloro che si occupano di medicina integrata, ho l’obbligo di diffondere il messaggio per cui se una parte del nostro corpo non sta funzionando bene, non può non esserci un motivo. Forse ancora non abbiamo gli strumenti per individuarlo, ma se proviamo a ripristinare ciò che non funziona, se eliminiamo ciò che di nocivo introduciamo nel nostro corpo, se adottiamo stili di vita adeguati, se rafforziamo quegli apparati “malati”, se consideriamo le terapie personalizzate, se consideriamo la persona, e nel caso specifico la coppia nella sua totalità, se la studiamo in maniera approfondita, soltanto allora che avremo fatto tutto ciò che è possibile fare. E sono certa che le “inspiegate” si ridurranno, le parole difficili verranno pronunciate più di rado. Iniziamo a prenderci cura di noi ora. Il momento è adesso.

2 pensieri riguardo “Fertilità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: